Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

La sostenibilità e l’agroecologia sono riconosciute e apprezzate, ma delle volte non è facile mettere insieme tutte le conoscenze e gli approcci. Per questo nasce il gioco di simulazione e la ricerca SEGAE (SErious Game for Agroecology learning).

Cosa è SEGAE
SEGAE nasce dalla collaborazione di alcuni gruppi di ricerca europei di 6 Università del Belgio, Francia, Italia e Polonia e…

La regione Marche apre la manifestazione di interesse per l’adesione al Distretto Biologico Regionale, strumento per garantire ulteriori risorse e opportunità per la crescita e il rilancio del settore biologico regionale.

Il bio nelle Marche
La regione Marche è una tra le regioni pioniere del metodo di produzione biologico. In questa regione lo sviluppo è cominciato in modo molto graduale e…

In seguito alla pubblicazione di alcuni aggiornamenti normativi e approfondimenti emersi dal confronto nei tavoli tecnici, a inizio maggio ACCREDIA ha pubblicato la Circolare 22-2021 (qui PDF), per offrire un chiarimento sull’applicabilità di alcuni paragrafi del Regolamento Tecnico “RT-16”.

Il regolamento che ha come titolo completo “Prescrizioni per l’accreditamento degli Organismi che rilasciano dichiarazioni di conformit…

EU Market

The Article 13 “Product presentation” in the Directive 2014/40/EU of the European Parliament and of the Council of 3 April 2014 on the approximation of the laws, regulations and administrative provisions of the Member States concerning the manufacture, presentation and sale of tobacco and related products and repealing Directive 2001/37/EC (OJ L 127, 29…

La pubblicazione dello studio condotto da Rete Rurale (qui PDF) sulle motivazioni alla base della fuoriuscita delle aziende biologiche dal sistema di controllo e certificazione del biologico, offre lo spunto per riflettere sull’obiettivo del 25% della SAU bio da raggiungere entro il 2030.

Perché uscire dal biologico?
Lo studio ha correttamente preso in esame diverse motivazioni ed ha offerto…

Una delle più significative novità che dal prossimo 1 gennaio 2022 riguarderà i produttori biologici europei sarà la possibilità di aderire al sistema di controllo e certificazione non come singole aziende, ma tramite un sistema particolare di certificazione peraltro già praticato in tutto il resto del mondo, ovvero la certificazione di gruppo.

Come sono definiti e funzionano i gruppi
La…

YES, in EU market we can find “ORGANIC” hydroponic products or “ORGANIC” processed products with organic hydroponic ingredients.
How is it possible?
To answer to this question, let’s start with the requirement of EU Regulation: in accordance with Article 4 of Regulation (EC) No 889/2008, hydroponic production is prohibited in organic plant production. This prohibition results from the…

Avevamo già scritto come la novità principale del nuovo decreto sulle importazioni (qui PDF), è il campionamento obbligatorio. Riepologhiamo i passaggi più significativi.

Campionamento obbligatorio
È iniziata la fase di campionamento dei vari prodotti importati come da Allegato 2, secondo tipologie e paesi:

(punto a allegato 2) oltre ai prodotti importati da paesi terzi appartenenti alle linee guida dei controlli addizionali della…

È stato recentemente pubblicato il rapporto (qui PDF) sui controlli ufficiali eseguiti nel corso del 2020 da ICQRF (Istituto Centrale per la Qualità e la Repressioni delle Frodi) del Mipaaf.
Un’interessante raccolta dei risultati dell’attività svolta a favore dei più disparati settori dell’agroalimentare nazionale nel primo anno di pandemia ed anche un’occasione per una breve riflessione su…

Che l’agricoltura del futuro sia bio non è un’affermazione tanto scontata. Potrebbe esserlo negli ambienti che da sempre promuovono questo metodo di produzione. Sorprende invece che, almeno in una prima analisi della visione di futuro del post-pandemia, oltre 500 lettori del libro “A che ora è la fine del mondo”, siano ben convinti che il mondo che ci aspetta…