Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Rapporto di Monitoraggio Qualità Verificata 2019

Rapporto di Monitoraggio Qualità Verificata 2019

Lo scorso mese, la Regione Veneto ha pubblicato il Rapporto di Monitoraggio sul Sistema di “Qualità Verificata” con dati riferiti all’anno 2019. Il documento, come ogni anno, rappresenta il quadro generale del sistema di Qualità Regionale e fornisce informazioni sul numero di aziende certificate, sui prodotti che hanno ottenuto la certificazione, sul numero dei concessionari del marchio QV e sul numero di non conformità rilevate.

QV 2019

I punti salienti del documento di quest’anno sono:

  • La notifica alla Commissione Europea di ulteriori nuovi Disciplinari di Produzione per il mais dolce, sorgo da granella, colza, girasole, nocciolo e agnello al pascolo;
  • L’aggiornamento del Regolamento d’Uso del Marchio di certificazione QV;
  • L’aumento degli operatori certificati QV, con concomitante riduzione dei concessionari dell’uso del marchio;
  • L’aumento del numero dei disciplinari applicati, con diminuzione della quantità dei prodotti commercializzati a marchio.

I dati

Il Rapporto di Monitoraggio QV specifica che al 31/12/2019 sono in totale 19 le organizzazioni concessionarie dell’uso del Marchio QV, le quali possono etichettare i prodotti coperti da certificazione, utilizzando il marchio regionale. Di queste, però, solo 12 hanno effettivamente utilizzato il marchio nelle loro etichette.

Per quanto riguarda il numero di operatori inseriti nel sistema di certificazione degli organismi di certificazione autorizzati dalla Regione Veneto, sono 31 le organizzazioni certificate in approccio singolo per almeno uno dei 75 disciplinari di produzione approvati dalla Regione Veneto, 21 sono le filiere certificate per gli stessi disciplinari, con un numero di operatori inseriti in queste filiere pari a 1534.

Il numero di non conformità rilevate nel corso del 2019 è di 65, divise tra 46 difformità e 19 irregolarità. Nessuna Infrazione è stata rilevata nel corso dell’anno.