Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Nuove certificazioni offerte da CCPB

Nuove certificazioni offerte da CCPB

Questi mesi passati in parte in parte in smart working sono stati impegnativi anche per quanto riguarda lo sviluppo di nuovi schemi di certificazione in ambito volontario e la creazione di Documenti Tecnici di Prodotto che rispondono alle nuove richieste del mercato ed in particolare della GDO.

Mi riferisco in particolare ai DTP 21 “senza utilizzo di glifosate” DTP 23 “nichel free” e DTP “nichel tested”, documenti tecnici che vanno ad affiancarsi al DTP 10 “residuo zero pesticidi”.

Nichel free/tested

L’assenza o il valore molto limitato di nichel è molto richiesto soprattutto per quanto riguarda alcuni prodotti ortofrutticoli in particolare i pomodori in quanto naturalmente molto presente nella bacca di questa specie, e le persone intolleranti e sensibili a questo elemento chimico sono in aumento in questi anni. Per ottenere questa certificazione è necessario definire un piano d’azione in relazione alle possibili contaminazioni da nichel che possono provenire dal terreno/substrato nel quale è coltivata la coltura, ma anche acqua di irrigazione, mezzi tecnici utilizzabili, ecc..

Glifosate free

Per quanto riguarda la certificazione “glifosate free” la maggiore richiesta proviene da filiere cerealicole, ed in questo caso è previsto il divieto di utilizzo di glifosate ovviamente anche prima della semina/trapianto, pertanto i controlli sono estesi anche in questa fase campionando il terreno.

Sicilia

Siamo inoltre in attesa di ricevere l’autorizzazione da parte della Regione Sicilia per l’attività di controllo relativa ai primi due disciplinari pubblicati dalla stessa Regione che riguardano la “filiera grano duro e derivati” e “filiera carni bovine”. Anche in questo caso molte aziende siciliane hanno manifestato grande interesse per questo nuovo marchio regionale “Qualità Sicura garantita dalla Regione Siciliana”, pertanto appena possibile definiremo i Piani di controllo ed estenderemo la richiesta anche per i Disciplinari relativi a “Latte crudo vaccino e derivati” e “Filiera agnello e agnellone”.