Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Le disposizioni Naturland e USDA NOP durante l’emergenza COVID-19

Le disposizioni Naturland e USDA NOP durante l’emergenza COVID-19

A completamento del precedente articolo (IBD - BioSuisse – Krav: sì a valutazioni da remoto) si aggiungono le indicazioni comunicate da Naturland e USDA relative al periodo di emergenza COVID-19.

Naturland - Germania

Naturland ci informa dell’adozione di procedure e checklist dedicate per le ispezioni a distanza. Rimane chiara la loro Policy condivisa, per cui la protezione della salute di tutte le persone interessate avrà comunque la precedenza. Le ispezioni in campo potranno essere praticate solo se non vengono contraddetti i decreti ufficiali. Sarà possibile posticiparle o se necessario, eseguirle mediante ispezioni a distanza. Resta comunque raccomandabile eseguire le visite Naturland contestualmente all’ispezione 834.

Gli operatori considerati a rischio dovranno obbligatoriamente ricevere l’ispezione in loco. La visita sarà posticipata per la seconda metà dell’anno se non possibile diversamente.

NOP – Stati Uniti

L’USDA ribadisce e conferma che anche in questo momento di emergenza, l’ispezione iniziale in loco resta un requisito fondamentale per soddisfare il regolamento NOP. Le visite da remoto non potranno dunque sostituire quelle in campo nel caso di prima domanda di certificazione. Si ricorda infatti che una volta ottenuta la certificazione, un operatore rimane certificato fin quando non viene sospeso o revocato. Per gli operatori in fase d’avvio, sarà dunque possibile procedere con l’iter di certificazione solo a seguito di una verifica completa eseguita in azienda.