Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

La primavera degli agriturismi

La primavera degli agriturismi

Se la ristorazione vive un gran momento di boom, viene da chiedersi che ruolo possono giocare gli Agriturismi, che stanno attraversando un’analoga primavera.

In Italia infatti le più grandi catene di ristorazione stanno offrendo posti di lavoro continuamente, portando il settore ad avere un aumento dei numeri occupazionali. Ma possiamo veramente definirlo un traguardo nello sviluppo del nostro Bel Paese? Sì, anche se ancora si fatica a risollevare piccole e medie imprese costruite su tradizioni agricole e culinarie autentiche.

La popolarità degli agriturismi

Lontano dai grandi centri urbani, nelle campagne italiane, dove si respira aria più pulita e c’è voglia di coltivare ancora prodotti genuini e di portarli a tavola, la formula migliore per unire agricoltura e cibo sul luogo di nascita, è l’Agriturismo, un attività questa, che in questi ultimi decenni ha conquistato una grossa fetta di vacanzieri e gitanti. L’idea di poter trovare una tradizione culinaria che si lega all’agricoltura attira molto e questa sembra essere la formula di accoglienza più apprezzata da coloro che vogliono cambiare aria, nel vero senso della parola.

Le attività ricettive “agricole” stanno crescendo sia grazie ai fondi europei e nazionali, che grazie al web e alla maggiore fruibilità dei portali dedicati, che permettono anche agli stranieri di scoprirle e prenotare da lontano con estrema facilità. Uno dei portali web più importanti è agriturismo.it, proprio da qui emerge che il 30% della domanda è rappresentato dagli stranieri: al primo posto i tedeschi, seguiti dagli svizzeri. L’aumento della domanda dell’8,5% induce, indirettamente, ad un aumento del lavoro nel settore agricolo e nelle relative attività connesse.

Si sta verificando inoltre, un fenomeno che è di grande importanza: sempre più frequentemente infatti c’è il passaggio di consegne dai genitori ai figli, che portano avanti l’azienda e le tradizioni di famiglia, nonché le nostre radici agricole, alimentari e culturali.

Conosci il tuo pasto

La certificazione "Conosci il tuo pasto" può fare da garante per tutte le caratteristiche che gli agriturismi spesso possiedono: qualità delle materie prime, filiere corte, minore impatto ambientale, tradizioni e territorio.