Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Regolamento di esecuzione 1854/2018

Regolamento di esecuzione 1854/2018

Esaminiamo per sommi capi il nuovo Regolamento di Esecuzione (UE) n. 1854 del 22 ottobre 2018 (qui PDF), pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea serie L n. 264 del 23 ottobre 2018, che introduce modifiche al Reg. CE n. 889/2008, che a sua volta reca modalità applicative del reg. CE 834/2007 sulla produzione ed etichettatura di prodotti biologici.

Principali novità

In merito alle modifiche all’articolato del Reg. 889/2008, si evidenzia:

  • all’art. 25.1 si prevede l’utilizzo dell’idrossido di sodio per la pulizia e disinfezione dei telaini, degli alveari e dei favi. Per quanto riguarda la protezione l’art. 25.1 resta invariato (ammessi rodenticidi solo in trappole e prodotti dell’allegato II).
  • all’art. 25 terdecies si puntualizza la sua applicabilità a tutti i gamberi della sezione 7 dell’allegato XIII bis (quindi peneidi e gamberetti d’acqua dolce) e che l’integrazione della dieta sia ammissibile anche nelle prime fasi di vita in incubatoi e vivai.
  • all’art. 27.1.f si adotta una modifica sostanziale: in pratica si stabilisce che l’aggiunta di sostanze minerali, vitamine, aminoacidi nella fabbricazione di alimenti (escluso settore vitivinicolo) possa avvenire:
  • se il loro impiego per il consumo normale sia «direttamente previsto per legge» (e.: obbligatorio), o
  • nell’ambito di alimenti «normati» per categorie particolari di utilizzatori (lattanti, prima infanzia, proseguimento, fini medici speciali,….)

Tale modifica è la riposta ad una sentenza della Corte di Giustizia europea nella causa C‐137/13 del 5 novembre 2015, con la quale è stato chiarito che la vecchia terminologia («uso previsto per legge») sia da interpretarsi come «esistenza di una norma che ne imponga l’aggiunta ai fini della commercializzazione». Tale adeguamento rispecchia peraltro la nuova regolamentazione europea sul biologico, applicabile dal 1 gennaio 2021 (Reg. n. 2018/848, ALLEGATO II, Parte IV: Norme di produzione per alimenti trasformati, punto 2.2.2.f) – il testo infatti è identico.

  • all’art. 42, lettera b), la data di scadenza entro la quale era consentito introdurre negli allevamenti di ovaiole pollastrelle non bio è stata posticipata dal 31 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020. La motivazione è quella della insufficiente disponibilità di pollastrelle bio.
  • All’art. 43, secondo comma, la possibilità di introdurre nell’arco di dodici mesi il 5% di mangimi proteici non biologici per suini e pollame, che scadeva al termine del 2018, è stata estesa anche al 2019 e 2020. La motivazione è quella della insufficiente disponibilità di mangimi proteici.

Le modifiche agli allegati Reg. 889/2008

In merito alle modifiche agli allegati del Reg. 889/2008, segnaliamo:

ALLEGATO I – (Concimi, ammendanti, nutrienti), l’introduzione dei seguenti

  • Proteine idrolizzate di origine vegetale
  • Fanghi da zuccherifici => anche sottoprodotti della canna da zucchero
  • Xilitolo => sottoprodotto attività estrattive (es. lignite)

ALLEGATO II – (Antiparassitari – prodotti fitosanitari), l’introduzione dei seguenti

  • Allium sativum (estratto d’aglio)
  • Dettaglio nelle sostanze di base (inclusi: lecitine; saccarosio; fruttosio; aceto; siero di latte; chitosano cloridrato => ma da pesca sostenibile o da acquacoltura biologica; ed Equisetum arvense)
  • COS‐OGA => COS (chito-oligosaccaridi) - OGA (oligo-galaturonidi)
  • Salix spp. cortex (estratto di corteccia di salice)
  • Fosfato di diammonio (solo come sostanza attrattiva nelle trappole)
  • Specifica per etilene (solo in ambienti chiusi come fitoregolatore da parte di utilizzatori professionali)
  • Idrogenocarbonato di sodio

ALLEGATO VIII bis – (prodotti e sostanze impiegabili nel settore vitivinicolo), l’introduzione dei seguenti

  • Lieviti inattivati, autolisati e scorze di lieviti (utilizzo, vari punti)
  • Proteine di patate, estratti proteici di lieviti (2), chitosano derivato da Aspergillus niger (chiarificazione)
  • Mannoproteine di lieviti, chitosano derivato da Aspergillus niger, (utilizzo, vari punti)