Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

CIRCOLARE N. 23 DEL 16/10/2012

In base  DM n. 2049 dell’1 febbraio 2012, tutti gli “operatori” sono tenuti, per mezzo dei soggetti da essi delegati,a notificare l’inizio della propria attività nonché le variazioni successive alla notifica, tramite il SIB.

Il Fascicolo Aziendale,  costituiscono la base di partenza per la compilazione elettronica delle notifiche.

I preparatori che svolgono, in maniera esclusiva e senza la conduzione di alcuna superficie agricola,l’attività biologica,il  Fascicolo Aziendale contiene le informazioni anagrafiche di base.

I soggetti legittimati ad inserire nel SIB la notifica di attività con metodo biologico in nome e per conto dell’operatore sono:

1) i soggetti cui è stato conferito mandato per la gestione del Fascicolo Aziendale attraverso, se del caso, una specifica integrazione del mandato stesso (CAA);

2) i soggetti muniti di apposita delega, che svolgono funzioni di assistenza tecnica agli operatori (liberi professionisti con adeguata qualifica professionale qualora abilitati dall’Amministrazione in base alle apposite convenzioni stipulate con gli Ordini e Collegi professionali).

Gli operatori, tramite i sopraindicati soggetti, dagli stessi delegati (CAA o Tecnici), provvedono alla compilazione telematica della notifica. Una volta compilata, la notifica deve essere stampata, debitamente sottoscritta dall’operatore e su di essa deve essere apposta la marca da bollo prevista dalla normativa. La notifica stampata e bollata deve essere inviata a:

 

 

Assessorato delle Risorse Agricole ed Alimentari, Dipartimento

Regionale degli Interventi Strutturali per l’Agricoltura, Servizio 1° - Tutela e Valorizzazione

dell’Ambiente, UO 24 - Produzione biologica, integrata e misure agro ambientali.

l’invio deve avvenire tramite raccomandata A/R o con consegna diretta in Assessorato.

In caso di consegna diretta, l’operatore deve acquisire apposita ricevuta attestante l’avvenuta consegna all’ufficio del protocollo dell’Assessorato.

Sino all’avvenuto introito della notifica cartacea l’ufficio competente provvederà a porre la notifica presentata sul Sistema nello stato di “Non Valida” con l’indicazione della motivazione “in attesa di cartaceo”, sospendendo di fatto l’iter istruttorio ed amministrativo della stessa. Ricevuto il cartaceo, la notifica sarà quindi riportata nello stato di “Presentata” con avvio dell’iter istruttorio di competenza regionale.

Gli operatori che hanno già presentato la notifica cartacea all’Amministrazione, per i quali è stato completato l’iter amministrativo e sono già inseriti nell’elenco regionale, sono tenuti ad adeguarsi alle procedure previste dal DM, procedendo ad informatizzare, secondo le modalità sopra descritte entro il 31 dicembre 2012, la notifica precedentemente presentata.

A tal fine l’operatore, sempre tramite il soggetto dallo stesso delegato, provvederà alla compilazione, stampa e rilascio on line della notifica, selezionando nell’apposita maschera la tipologia di notifica “informatizzazione notifica cartacea”. Esclusivamente nel caso di informatizzazione di notifica cartacea precedentemente presentata ove non sia intervenuta alcuna modifica tale da rendere necessaria una notifica di variazione, non sarà necessario apporre la prevista marca da bollo alla notifica, che andrà comunque inviata anche in formato cartaceo all’Amministrazione secondo le modalità sopra descritte.