Uno degli aspetti che rende diffidente l’operatore che si avvicina al biologico è la “troppa” burocrazia. La certificazione è vista essa stessa come un generatore di burocrazia, quando invece ne è vittima e obbligatoria cinghia di trasmissione.

Gli adempimenti burocratici, purtroppo, non solo costano in termini di tempo e danaro, ma riducono il tempo disponibile da dedicare all’attività di controllo e…

Il tema della certificazione è un asset del biologico a livello internazionale: il settore continua a crescere del 20% ogni anno, e ad attirare l’interesse e la fiducia dei consumatori. Lo abbiamo potuto toccare con mano durante la scorsa edizione di SANA a Bologna. Già questo potrebbe essere sufficiente ad attestare l’integrità e la credibilità che il bio italiano…

Quasi 1.800.000 ettari di superficie, 72.154 gli operatori sono le cifre del biologico a fine 2016. In un solo anno sono aumentate entrambe rispettivamente del 20%. Ma se da un lato il Ministero delle Politiche Agricole plaude ai risultati raggiunti, grazie al lavoro di migliaia di imprese compreso il personale degli organismi di certificazione, dall’altro prosegue…

Il prossimo 18 luglio la Conferenza Stato-Regioni potrebbe discutere lo schema di decreto legislativo sui controlli in agricoltura biologica, già approvato lo scorso giugno in Consiglio dei Ministri. Abbiamo già parlato dei rischi che comporterebbe l’applicazione del decreto così come è stato approvato ora, ricordiamo però alcune cose.

Un Decreto mai discusso in alcuna sede, almeno da quanto è dato…

“Siamo preoccupati per la tenuta del settore biologico in Italia e per la sua competitività in ambito internazionale”, così CCPB srl commenta l’approvazione del decreto legislativo, approvato dal Governo venerdì scorso recante “disposizioni di armonizzazione e razionalizzazione della normativa sui controlli in materia di produzione agricola e agroalimentare biologica” (una sintesi sul sito Mipaaf).

“Aspettavamo questo testo, ma dopo…

La pubblicazione del Reg CE 625/2017 (qui PDF), avvenuta sulla gazzetta ufficiale dell’Unione Europea lo scorso 7 aprile 2017 sembra ingenerare un po’ di confusione, anche all’interno dello stesso settore delle produzioni biologiche.

La confusione può esserci in questa fase di elaborazione del nuovo regolamento comunitario sul biologico che dovrebbe sostituire l’attuale e che da tempo…

In qualsiasi sistema qualità che si rispetti il miglioramento delle performances e la riduzione degli errori o degli scarti deve essere un obiettivo costante. Questo è alla base della credibilità e, quindi della fiducia, che mercato e consumatori ripongono in esso.

Il biologico non sfugge a tale regola, tanto più quando si tratta di un segmento commerciale soggetto a uno stretto…

Biofach ha mantenuto le promesse: 2.749 espositori, di cui il 70% non tedeschi, su 47.428 m2 di superficie espositiva con più di 48.000 visitatori professionali provenienti da oltre 130 paesi.

Sia per quanto concerne gli espositori che i visitatori, dopo la Germania l’Italia ha totalizzato il maggior numero di partecipanti e questo testimonia come il nostro…

L’indipendenza è una caratteristica imprescindibile per un organismo di certificazione accreditato, coerentemente con la norma ISO 17065. Per chi “frequenta” il nostro settore questa è una banalità, così come lo è affermare che unitamente all’indipendenza chi accredita deve verificare la sussistenza della terzietà, della competenza, della riservatezza, all’unisono della trasparenza e della solidità.

Le caratteristiche dell’indipendenza
Caratteristiche queste che…

Abbiamo archiviato SANA e per CCPB, che ha partecipato nell’ambito dello stand di Consorzio il Biologico.

Come sempre è stata un’importante occasione di incontro, non solo per i tre convegni organizzati durante la fiera di cui ne dà conto il nostro ufficio stampa, ma anche per la possibilità di incontrare operatori, scambiare opinioni, fare il punto sul settore e…