Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

CCPB partecipa a Vinitaly, padiglione 11 stand B2. Un appuntamento che quest’anno avrà un valore particolare per il mondo del biologico e della certificazione: dal 2012, infatti, il vino potrà essere etichettato come bio e non solo come proveniente da uve biologiche.

Certificazione per il vino bio

Fabrizio Piva, Amministratore delegato di CCPB Srl, commenta così la grande novità di quest’anno: “Finalmente, dopo più di vent’anni, si può certificare biologico anche il vino e l’Unione Europea (UE) ha definito le regole della vinificazione biologica con il Reg CE 203/2012. Si è passati dal “vino con uve biologiche”, caratterizzato da una miriade di disciplinari fra loro differenti, al vino biologico le cui regole sono uguali per tutta l’UE. Questo sarà il “leitmotiv” che caratterizzerà l’incipiente Vinitaly. Un ulteriore elemento di interesse e di impulso al vino biologico, dopo un’edizione di Vinitaly 2011 che già aveva registrato un elevato interesse verso il vino biologico”.

Un passo importante per il riconoscimento della denominazione biologica, che riassume in un marchio tutti i passi di una filiera di alta qualità, rispettosa dell’ambiente e della salute.

Finalmente, come già da venti anni è per i prodotti agroalimentari, un regolamento uguale per tutti definisce con precisione che cosa è bio anche nel bicchiere.

News correlate

Mancano ormai pochi giorni all’apertura della più importante manifestazione dedicata al vino. L’appuntamento è a Verona da domenica 25…