Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

BIOgrafia di qualità. 25 anni di Consorzio il Biologico

BIOgrafia di qualità. 25 anni di Consorzio il Biologico

Una giornata e un libro per festeggiare 25 anni di Consorzio il Biologico. Venerdì 31 maggio, ore 11, sarà speciale trovarsi insieme all'Hotel I Portici a Bologna, per raccontare l'agricoltura biologica attraverso il volume “La terra che nutre” edito da Giunti. La storia del biologico, dagli albori pionieristici fino al boom mondiale di oggi, merita di essere celebrata e discussa, anche in modo critico, con la voce di esperti internazionali che lavorano nell’agricoltura, nell’ambiente e nella sostenibilità. Sotto il programma e l'invito.

Presentazione del libro La Terra che nutre (Giunti)
Introduce Lino Nori, Presidente del Consorzio il Biologico
Conduce Fede di Decanter RadioRai2

Conversazioni sull’agricoltura biologica e sostenibilità con…

  • Andrea Segrè, Presidente Last Minute Market, spin off accademico Università di Bologna
  • Giorgio Prosdocimi Gianquinto, docente Università di Bologna
  • Gerald Herrmann, Direttore Organic Services GmbH, Munich
  • Roberto Della Casa, docente Marketing dei prodotti agroalimentari Università di Bologna Polo di Forlì
  • Corrado Barberis, Presidente Istituto Nazionale di Sociologia Rurale, Roma
  • Luca Maria Chiesa, docente ricercatore Ispezione degli alimenti di origine animale Università Statale di Milano
  • Gianumberto Accinelli, Eugea spin off Università di Bologna

Nella sala della presentazione sarà allestita una mostra delle illustrazioni del libro realizzate da Anna e Elena Balbusso.

Ecco le parole di Lino Nori, Presidente di Consorzio il Biologico

Con il biologico siamo partiti 25 anni fa: produrre alimenti nel rispetto dell’ambiente e della salute era allora un’esperienza originale e innovativa. Il biologico inteso non certo come ritorno a tecniche superate e inefficienti, ma come percorso di ricerca, innovazione e impiego delle migliori conoscenze e tecnologie. Coinvolgere aziende con forte connotazione imprenditoriale e ragionare in un’ottica di filiera era necessario per venire a capo delle innumerevoli difficoltà tecniche e organizzative, di redditività e credibilità. Alla luce dei risultati raggiunti può essere oggi piuttosto facile constatare la validità delle idee e l’efficacia degli sforzi compiuti, ma è molto più proficuo volgere lo sguardo al futuro, alle grandi opportunità e sfide che abbiamo davanti. Il compleanno e il libro che andiamo a presentare favoriscono una ricognizione ad ampio raggio e raccolgono le opinioni di illustri personaggi che operano in questa “terra che nutre”. Ne risulta uno spaccato ricco di spunti utili a chiunque: dai consumatori a coloro che producono e si propongono come protagonisti di un nuovo e ancora più significativo sviluppo del biologico.