Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Prodotti vegani

Prodotti vegani

La certificazione Prodotti Vegani attesta che un prodotto o alimento sia stato ottenuto escludendo qualsiasi sostanza di derivazione animale in ogni fase della sua realizzazione.

Cosa sono i prodotti Vegani

I prodotti vegani devono essere ottenuti senza l'utilizzo di qualsiasi materia prima e/o sostanza e/o ingrediente di origine animale e di altri prodotti degli allevamenti. Non possono essere utilizzati alimenti, ingredienti, coadiuvanti e/o ausiliari di fabbricazione di origine animale ottenuti con il sacrificio e/o il maltrattamento degli animali. Si tratta di una certificazione volontaria, e quindi non basata su una norma di legge pubblica come avviene per il biologico e per le altre certificazioni in ambito regolamentato (DOP e IGP).

Quali prodotti si possono certificare Vegan

La certificazione è applicabile per qualsiasi tipo di prodotto, in qualsiasi tipo di settore, ma principalmente è rivolta ai settori agroalimentare e ristorazione, cosmesi e detergenza, tessile e abbigliamento.

Il valore della certificazione

La certificazione delle produzioni vegane arricchisce il prodotto di un valore aggiunto, dato proprio dalla sicurezza della conformità alle aspettative del consumatore. Spesso infatti anche una attenta lettura delle etichette non è sufficiente per rassicurare il consumatore in quanto alcuni ingredienti possono risultare di non chiara origine. La certificazione Prodotti Vegani chiarisce queste incertezze ponendosi su di un gradino ancora più alto rispetto alle più comuni ed attuali autodichiarazioni prodotte dalle aziende con i marchi più svariati.

Come funziona la certificazione

Il primo passo per ottenere la certificazione è inviare al CCPB la domanda di certificazione (ed eventuale allegato alla stessa) e predisporre un Disciplinare Tecnico Aziendale in cui definire quali prodotti e quali componenti sono oggetto della certificazione. L’azienda deve perciò comunicare a CCPB, in modo univoco:

  • Prodotti
  • Ricetta o Formula
  • Caratteristiche del prodotto finito
  • Destinazione d'uso del prodotto
  • Materie prime e semilavorati
  • Fornitori
  • Processo produttivo
  • Identificazione e rintracciabilità
  • Piano dei controlli
  • Gestione non conformità e reclami

Si prevede l'esecuzione di verifiche ispettive presso ogni stabilimento di produzione, ed eventualmente presso i fornitori di semilavorati e/o prodotti finiti. CCPB, qualora applicabile, esegue prove sul prodotto finito e/o sui semilavorati allo scopo di dimostrare l'assenza di prodotti di origine animale. Le prove sono affidate, qualora presenti in Italia, a laboratori di prova accreditati UNI CEI EN ISO/IEC 17025 per le prove di interesse.