Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

EPD – Dichiarazione ambientale di prodotto

EPD – Dichiarazione ambientale di prodotto

EPD (Environmental Product Declaration), è una dichiarazione ambientale di un prodotto: una certificazione volontaria che mette in evidenza le prestazioni ambientali di prodotto/processo/servizio per migliorarne la sostenibilità.

La sostenibilità di una dichiarazione ambientale di prodotto

Tutelare l'ambiente e la biodiversità, ridurre le emissioni inquinanti, utilizzare energie prodotte da fonti rinnovabili, acquisire abitudini a basso impatto ambientale sono priorità ormai entrate nell’agenda politica mondiale e nella coscienza comune. L'EPD traccia un legame tra questa esigenza di sosteniblità e l'attività economica e industriale: per un'azienda monitorare la propria gestione ambientale significa conoscerla, svilupparla e promuoverla.
Come strumento imparziale e riconosciuto a livello internazionale, l'EPD consente anche di comunicare a partner, operatori e consumatori, l'efficacia delle politiche ambientali intraprese.

I vantaggi dell'EPD

Le dichiarazioni EPD sono quindi uno strumento strategico per comunicare informazioni oggettive, confrontabili (tra prodotti o servizi funzionalmente equivalenti), e credibili (un organismo indipendente garantisce la correttezza dello studio LCA). Non sono previsti criteri di conformità o livelli minimi che la prestazione ambientale debba rispettare.

L'EPD è applicabile a tutti prodotti e servizi, qualunque sia il loro posizionamento e funzionamento nella filiera produttiva, in particolare per le filiere di prodotti agroalimentari, tessili e cosmetici.

LCA - Life Cycle Assessment

EPD è sviluppata in applicazione della norma UNI ISO 14025:2006 (Etichetta Ecologica di Tipo III); le informazioni ambientali riportate si basano sull'analisi del ciclo di vita, Life Cycle Assessment (LCA), in accordo con le norme della serie ISO 14040.
Tutti i prodotti di uso quotidiano generano impatti ambientali lungo il loro ciclo di vita: durante l’estrazione e la lavorazione delle materie prime, la produzione, il trasporto e nella maggior parte dei casi anche durante l’utilizzo e il trattamento a fine vita. LCA è la metodologia, ormai consolidata a livello internazionale, per la quantificazione degli impatti ambientali dei prodotti durante tutta la loro vita.

EPD versione 3.0

Si informano i clienti che a seguito dell' uscita della versione 3.0 del GPI EPD che andrà a sostituire la v 2.5, Environdec, proprietario dello standard, ha fissato un periodo di transizione per il passaggio alla nuova versione, la fine del periodo di transizione non è stata ancora fissata e sarà annunciata con un preavviso di 6 mesi.
Durante questa fase di transizione le certificazioni possono essere effettuate a scelta del richiedente,  sia in base alla versione 2.5 del GPI EPD sia in base alla v. 3.0 ( a patto che siano disponibili le PCR aggiornate alla nuova versione).
Qui sotto potete scaricare un file zip dove sono presenti sia i doc relativi alla versione 2.5 che alla versione 3.0 del GPI EDP. I documenti relativi alla v. 2.5 saranno eliminati al termine del periodo di transizione.

Si comunica che CCPB srl può effettuare anche la certificazione EPD Process, ma si informa che quest’ultima non è coperta da accreditamento.