Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Qualche consiglio sui solari biologici e naturali

Qualche consiglio sui solari biologici e naturali

Finalmente è arrivata la bella stagione e, con la voglia di estate, il desiderio di concedersi una sana tintarella si fa sempre più forte. Per farlo in sicurezza evitando i danni che i raggi ultra violetti possono causare alla nostra pelle è necessario usare una buona protezione solare, ma come scegliere le creme solari?

I dermatologi ricordano l’importanza della corretta esposizione al sole che, da un lato apporta benefici all’umore, dall’altro lato è sempre consigliato di non esporsi nelle ore centrali della giornata.

Filtri fisici

Per svolgere il loro ruolo di protezione dalle radiazioni, i solari contengono al loro interno dei filtri che possono essere sia fisici sia chimici, in modo da proteggere la pelle prevenendo l'invecchiamento della cute.

Un buon motivo per orientare i propri acquisti sui solari naturali o biologici è la presenza di filtri fisici, più sicuri per via della loro composizione molto più semplice e quindi più tollerati dalla pelle.

Si tratta di filtri costituiti con ingredienti minerali il cui funzionamento avviene proprio come uno specchio: riflettono i raggi solari e proteggono la pelle in maniera meccanica.
Questo fa si che i raggi vengano respinti del tutto e non assorbiti senza che ci sia il surriscaldamento dell'epidermide. Il loro più grande difetto è la formazione di una patina bianca sulla pelle, senza la possibilità di essere assorbiti, tuttavia le formulazioni più recenti sono molto migliorate in termini di fluidità e facilità di applicazione.

Filtri chimici

Invece i filtri chimici, molecole con struttura complessa, non riflettono i raggi del sole, ma li assorbono e li trasformano, provocando un surriscaldamento dell'epidermide dovuto allo smaltimento del calore. Vengono usati come ingredienti nelle creme solari per via del loro basso costo, e per la loro caratteristica di essere trasparenti e non percepiti. Trattandosi di sostanze chimiche complesse non è escluso che la pelle le diventi reattiva e scateni una reazione allergica.

Vantaggi dei solari biologici e naturali

In definitiva, se abbiamo a cuore il benessere della nostra pelle e dell’ambiente nel quale viviamo, possiamo optare per creme solari biologiche o naturali, prive di parabeni, petrolati, siliconi, profumi sintetici e formulate con ingredienti che rispettino non solo la pelle ma anche la natura. In effetti, un lato negativo da non sottovalutare è che una volta a contatto con il mare, la crema solare si possa disperdere in acqua, rilasciando i filtri chimici contenuti risultati inquinanti per l’ecosistema marino.