Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

CCPB partecipa a Vinitaly 2019

CCPB partecipa a Vinitaly 2019

Per essere davvero sostenibile il settore vitivinicolo deve pensare a tutto l’ecosistema in cui le produzioni sono inserite: ambiente, società ed economia.

La certificazione è lo strumento ideale per raggiungere questi obiettivi: CCPB, organismo di certificazione e controllo, partecipa all’edizione 2019 del Vinitaly, la più grande manifestazione internazionale sul vino che si terrà a Verona dal 7 al 10 aprile, con uno stand (Padiglione 8, posizione F5) e un convegno su biologico e sostenibilità in viticoltura dal titolo Economia circolare, sostenibilità e certificazione, qui info e registrazione.

Il convegno

Lunedì 8 aprile alle ore 10.30 nella Sala Mozart – PalaExpo, agronomi ed economisti spiegheranno come la certificazione, biologica e legata alla sostenibilità, possa rendere virtuosa ed efficiente la produzione vitivinicola.

Quest’anno a Vinitaly vogliamo parlare di economia circolare dice Fabrizio Piva, amministratore delegato CCPB: “un’azienda agricola deve e può essere integrata con il suo territorio e l’ambiente, le persone che ci vivono e la società; tecniche e modalità agronomiche sono allora importanti come l’energia, i rifiuti, la logistica. La certificazione come sempre offre un grande aiuto nel tradurre in pratica valori complessi, azioni virtuose, misurabili e comunicabili.”

Certificazioni nel settore vitivinicolo

In quest’ottica, CCPB propone non solo la certificazione biologica, ma anche una serie di servizi di valutazione e di certificazione delle performances ambientali (basati su approccio LCA, come Carbon e Water Footprint), di sostenibilità in viticoltura (Disciplinare VIVA), di processo e prodotto nelle filiere agroalimentari e agroenergetiche e di rafforzamento della biodiversità in un agro-ecosistema (Biodiversity Alliance). Strumenti che permettono alle aziende di migliorare le proprie prestazioni ambientali e di posizionarsi in una fascia di mercato che garantisce attenzione per la sostenibilità, caratteristica sempre più apprezzata e ricercata da partner commerciali e consumatori, anche nel settore del vino.

L’organismo di certificazione avrà un proprio stand all’interno del Padiglione 8, posizione F5.