Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

I riconoscimenti e gli accreditamenti internazionali di CCPB

I riconoscimenti e gli accreditamenti internazionali di CCPB

La storia di CCPB inizia 30 orsono, nel 1988, quando un piccolo gruppo di imprese costituirono il Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici (oggi noto solo con la sigla CCPB), uno dei primi enti autorizzati in Italia a certificare le produzioni biologiche ai sensi del primo regolamento comunitario, il n. 2091/91.

La storia di CCPB

Da quel momento in poi un incessante susseguirsi di eventi ha caratterizzato la storia di CCPB, elenchiamo di seguito i più significativi: il conseguimento dei primi accreditamenti nazionali (l’allora SINCERT, oggi ACCREDIA) e internazionali (IFOAM, Canada, Giappone e USA), lo sviluppo e diversificazione dei servizi di certificazione in ambito volontario, la costituzione e la successiva cessione del ramo di impresa a CCPB Srl, fino alla fusione con un altro ente di certificazione, l’Istituto Mediterraneo di Certificazione.

Con il passare del tempo, numerosi sono stati gli accreditamenti, le autorizzazioni e i riconoscimenti ottenuti, che consentono oggi a CCPB di assicurare l’accesso sul mercato internazionale ai prodotti dei nostri clienti e di erogare servizi di ispezione e certificazione accreditati in numerosi Paesi. In sintesi, oggi CCPB è in grado di offrire i seguenti servizi.

Bio continente per continente

Prodotti biologici, tentando una schematizzazione per macro aree geografiche:

  • Europa – oltre alle necessarie autorizzazioni relative al Reg. 834/2007, CCPB offre i propri servizi per la certificazione di altri standard BIO privati, quali Bio-Suisse; Krav; Naturland e Naturland Fair; Soil Association, Demeter.
  • Bacino del Mediterraneo e Medio Oriente – tramite la collaborazione con società di diritto locale, CCPB ha proprie sedi in Marocco, Tunisia, Egitto, Libano e Turchia ed offre i propri servizi in questi Paesi ed in quelli limitrofi, in accordo alle specifiche leggi nazionali ove presenti, avendo ottenuto le relative autorizzazioni.
  • Nord America – storicamente CCPB è stato il primo OdC italiano ad aver ottenuto l’accreditamento per lo standard canadese (COR), necessario per condurre l’attività di certificazione direttamente in Canada dove annovera clienti sia nel settore della produzione che in quello della preparazione alimentare. Parallelamente, anche il riconoscimento USDA-NOP, ancorchè non necessario in Europa grazie agli accordi di reciproca equivalenza, è stato mantenuto in particolare per soddisfare richieste dei nostri Clienti esteri, ma è quindi disponibile per gli operatori nazionali.
  • Centro e Sud America – l’unico paese che ad oggi ha introdotto regole che impongono vincoli di accreditamento secondo la legge locale ai fini dell’importazione dei prodotti BIO è il Brasile: in questo caso, l’accesso è garantito tramite partnership con organismi di certificazione autorizzati in questo stato, che emettono i certificati sulla base delle ispezioni condotte da CCPB. In tutti gli altri Paesi la certificazione BIO secondo il Reg. 834 è condizione sufficiente ai fini dell’esportazione.
  • Estremo Oriente – la vastità dell’area presenta anche una varietà di casistiche specifiche, che sintetizziamo per sommi capi. Giappone: il primo paese a richiedere fin dagli inizi degli anni 2000 che gli OdC esteri ottenessero l’autorizzazione dal Ministero dell’Agricoltura Giapponese ai fini della certificazione JAS, autorizzazione ottenuta da CCPB dal 2002. Cina: solo da pochi anni la legge nazionale è divenuta pienamente operativa e i prodotti biologici possono fregiarsi del rispettivo logo solo se certificati da organismi registrati dall’Autorità nazionale, in questo caso l’accesso al mercato è garantito dalla partnership con l’OdC cinese GRIT-Cert. Corea del Sud: dal 2015 è entrata definitivamente in vigore la normativa nazionale per la quale è necessario che le spedizioni di prodotti BIO siano scortate da uno specifico certificato coreano (NAQS Import Certificate) emesso da CCPB. Taiwan e Hong Kong: è sufficiente che le spedizioni di prodotti BIO siano scortate da un certificato di transazione emesso da CCPB in riferimento al Reg. CE 834/2007.

Certificazioni volontarie

CCPB eroga inoltre i propri servizi di valutazione della conformità in ambito volontario (GlobalGAP, Cosmesi, Tessile e molti altri schemi legati all’ecosostenibilità e alla compatibilità ambientale), nel settore DOP/IGP/STG/VINI e Disciplinari regionali, nonché effettua attività di ispezione accreditata da ACCREDIA ai sensi della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17020. Tali servizi possono essere erogati sia a livello nazionale che internazionale.

Tutto il mondo

Grazie al consolidamento di una rete di 200 ispettori, quindici sedi in Italia e cinque sedi nei Paesi del bacino del Mediterraneo, nonché varie collaborazioni con enti qualificati, oggi CCPB eroga i propri servizi per 14.000 clienti, sia nel settore biologico che in quello volontario, oltre che sul territorio nazionale anche nei seguenti Paesi: Afghanistan; Albania; Algeria; Armenia; Australia; Azerbaigian; Bangladesh, Bielorussia; Canada, Cina, Egitto, Emirati Arabi Uniti; Etiopia; Filippine, Georgia; Ghana; Giordania; Kirghizistan; Kazakhstan; India, Iran; Iraq, Libano, Lithuania, Mali, Marocco, Moldova; Nigeria; Oman, Pakistan, Qatar; Regno dell’Arabia Saudita, Russia; Serbia; San Marino, Senegal; Siria, Stati Uniti d’America; Sud Africa; Thailandia; Tagikistan; Turkmenistan; Tunisia, Turchia; Ucraina; Uganda; Uzbekistan.

L’elenco completo e la descrizione di tutti i servizi erogati è disponibile sul nostro sito www.ccpb.it, al quale si rimanda per la consultazione.