Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

La triste storia del paragrafo 1.4

La triste storia del paragrafo 1.4

C’era una volta il DM n. 18354 del 27 novembre 2009. Era un bel DM, con tanti articoli e tanti paragrafi e tanti allegati. Man mano che il tempo passava, il DM cresceva, e c’erano anche tante opportunità di modifica. Una di queste fu rappresentata dall’emanazione da parte della Commissione Europea del Regolamento n. 203/2012 (qui PDF) che andava – finalmente – a normare il settore delle produzioni vitivinicole biologiche.

Dal Regolamento UE al Testo unico sul vino

Il paragrafo 1.4 dell’art. 8 del DM 18354, che citava testualmente "Nelle more della definizione di specifiche norme per la produzione di "vino e prodotti ottenuti da vino da agricoltura biologica" da parte della Commissione UE, viene consentita la possibilità di fare riferimento in etichetta al metodo di produzione biologica esclusivamente per le uve.", era diventato quindi obsoleto: grazie al nuovo Regolamento si poteva dire “vino biologico” senza incorrere in sanzioni o reprimende di altra natura.

Celermente furono diramate disposizioni nazionali per l’attuazione del Regolamento n. 203/2012 tramite il DM n. 15992 del 12 luglio 2012 e, con l’occasione, il paragrafo 1.4 sopracitato fu abrogato allineando quindi la norma nazionale a quella europea.

Passano gli anni, il vino matura, le norme si moltiplicano. In forza della revisione della “Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino” (Legge del 12 dicembre 2016, n. 238 qui PDF) occorre mettere mano ad alcune norme per il settore vitivinicolo biologico e, nello specifico, con DM dell’8 maggio 2018 si abroga il DM 15992 del 12 luglio 2012, che era quello che abrogava il paragrafo 1.4 dell’art. 8 del DM 18354 del 27 novembre 2009.

Il ritorno e l'addio del paragrafo 1.4

Ma se si abroga una norma che ne abroga un’altra, significa che quest’ultima torna in vigore? In altri termini, dalla data di entrata in vigore del DM dell’8 maggio 2018, cioè il 28 giugno 2018, viene reintrodotto il paragrafo 1.4? La logica matematica supporterebbe una tale interpretazione, ma nel nostro caso prevale invece la norma sovraordinata e, quindi, il paragrafo 1.4 confliggendo con la regolamentazione comunitaria non può essere “ripristinato”.

Ad ogni buon conto, arriva anche il DM 6793 (qui PDF) del 18 luglio 2018, in vigore dal 6 settembre 2018, che abroga e sostituisce in toto il DM 18354 del 27 novembre 2009, e di conseguenza anche l’intero art. 8, incluso il paragrafo 1.4, che a questo punto ci abbandona definitivamente.