Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

CCPB collabora con l’autorità del Marocco per lo sviluppo del Biologico

CCPB collabora con l’autorità del Marocco per lo sviluppo del Biologico

Durante il recente Biofach, CCPB ha incontrato alcuni rappresentanti delle autorità del Marocco e alcuni stakeholders del settore del bio marocchino.

Tra loro la Fédération Interprofessionnelle du BIO (FIMABIO),  l’Association Nationale des Producteurs de la Filière Biologique (A.NA.PRO.BIO), l’Association Nationale pour la Valorisation des Produits Biologiques (VAL.BIO.MAROC), l’Association Nationale des Distributeurs et Exportateurs des Produits Biologiques (A.NA.DEX.BIO). Si è parlato di nuovi progetti per lo sviluppo del settore e la condivisione di esperienze. I temi principali sono stati:

  • l’attuale legge nazionale del Marocco sull’agricoltura biologica "Loi n°39-12 relative à la production biologique des produits agricoles et aquatiques, promulguée par le dahir n°1-12-66 du 4 rabii I 1434 (16 janvier 2013)"
  • scambio di know-how sull’internazionalizzazione e rapporti con i paesi vicini: in particolare la Tunisia, dove la legge nazionale è riconosciuta equivalente dall’Unione Europea (Reg. CE 834/2007 & Reg. CE 889/2008 per le categorie: A prodotti vegetali non trasformati, D prodotti agricoli trasformati destinati a essere utilizzati come alimenti, F Materiale di moltiplicazione vegetativa e sementi per la coltivazione)
  • come armonizzare il lavoro di controllo e certificazione e migliorare la comunicazione tra autorità locali e organismi di certificazioni autorizzati per il Marocco
  • la possibilità di sviluppare la certificazione SDOC "Signe Distinctifs d’Origine et de Qualité des denrées alimentaires et des produits agricoles et halieutiques" seguendo i requisiti della legge del Morocco law n°25-06, anche su ispirazione dei prodotti tipici DOP e IGP