Pro memoria per la compilazione dei Programmi di Produzione

MAURO PANZANI - Responsabile Ufficio Attività di Controllo e Certificazione Prodotti Biologici CCPB

Come negli anni passati anche quest’anno, in questo periodo, ritengo utile fare un breve pro memoria sulla compilazione annuale dei Programmi di Produzione.

galline bio

Scadenze e riferimenti normativi

Le informazioni contenute in questo pro memoria sono per forza di cose generali e potranno subire variazioni in merito alle epoche di presentazione dei diversi programmi, in funzione di eventuali decisioni o delibere delle singole amministrazioni regionali.

Il Decreto Ministeriale 18321 del 9 agosto 2012 (qui PDF di cui raccomandiamo la lettura), ha stabilito che tutti gli operatori del biologico sono tenuti alla compilazione dei programmi di produzione, ognuno in funzione della propria attività.

I Programmi annuali di Produzione devono essere compilati entro il 31 gennaio di ogni anno, salvo diverse future disposizioni delle Autorità competenti, o entro 30 giorni dalla Prima Notifica o dalla Notifica di Variazione.

Devono essere compilati sul sistema SIB o sui sistemi informatizzati regionali che ne consentono la compilazione.

Tipologie di PAP

Quali sono i Programmi di Produzione che devono essere compilati e chi li deve compilare:

  • il Programma Annuale delle Produzioni Vegetali, denominato PAPV, contiene la descrizione qualitativa e quantitativa delle produzioni vegetali riferite ai singoli appezzamenti/particelle
  • il Programma Annuale delle Produzioni Zootecniche, denominato PAPZ, contiene la descrizione qualitativa e quantitativa delle produzioni animali espresse in numero di capi o lotti di animali vivi o apiari e tipologia di prodotto in unità di numero, peso o capacità
  • il Programma Annuale delle Produzioni d’Acquacoltura, denominato PAPA, contiene la descrizione qualitativa e quantitativa delle produzioni d’acquacoltura
  • il Programma Annuale delle Preparazioni, denominato PAP, contiene la descrizione qualitativa delle produzioni provenienti dalla preparazione come definita all’art. 2, lett. i) del Reg. (CE) n. 834/2007
  • il Programma Annuale delle Importazioni, denominato PAI, contiene la descrizione qualitativa e quantitativa dei prodotti importati da Paesi terzi.

Tutti operatori che svolgono una o più attività nell’ambito della produzione biologica sono tenuti a compilare il o i programmi di produzione specifici per il tipo di attività che svolgono. Ad esempio, i produttori agricoli che trasformano anche prodotti agricoli, siano essi di sola origine aziendale o in parte o in toto di origine extra aziendale, devono compilare il PAPV (produzione vegetale) e il PAP (preparazione), così come gli allevatori devono compilare il PAPV (produzione vegetale) e il PAPZ (allevamento), nel caso poi che l’allevatore trasformi anche i prodotti animali, questi dovrà compilare anche il PAP (preparazione). Il trasformatore che svolge anche attività di importazione dovrà compilare sia il PAP (preparazione) che il PAI (importazione).

Come compilare

I programmi di produzione devono essere compilati in modo completo sui sistemi informatizzati e deve essere posta particolare attenzione alla compilazione dei campi relativi alla produzione prevista (dove il tipo di documento lo prevede). In particolare, i produttori agricoli e gli allevatori, devono riportare obbligatoriamente le previsioni di produzione per le diverse specie coltivate e/o allevate, facendo particolare attenzione ad esprimere il dato in modo coerente con l’unità di misura richiesta nella compilazione del programma.

Tutti coloro che si avvalgono di C.A.A, o di studi professionali abilitati alla compilazione delle notifiche e dei programmi di produzione, devono essere particolarmente attenti a che il soggetto cui delegano la compilazione del documento presti la massima attenzione alla corretta e coerente compilazione dello stesso, in quanto, indipendentemente da chi lo compila, la correttezza delle informazioni in esso contenute ricade sotto la responsabilità dell’operatore biologico.

Sono esentati dalla compilazione dei programmi di produzione solo i trasformatori che lavorano solo ed esclusivamente conto terzi.

Il mancato invio nei tempi previsti dei programmi di produzione così come l’incompleta o errata compilazione degli stessi, comporta l’emissione da parte dell’Organismo di Controllo di provvedimenti nei confronti degli operatori inadempienti che possono anche avere effetti anche gravi sulla certificazione.

tag: ,