Digestato e sostenibilità in convegno a Mantova

GIUSEPPE MAIO - Ufficio Controllo e Certificazione di Prodotto CCPB

Il prossimo 17 Novembre, si terrà a Mantova il convegno Il digestato nell’agricoltura biologica, una sinergia tra produzione e sostenibilità, organizzato da LifeDop e APA Mantova. Sotto il programma della giornata: venerdì 17 novembre, ore 9.30 presso APA Mantova, Strada Ghisiolo 57, Tripoli di San Giorgio.

CCPB parteciperà con ruolo attivo, introducendo alcuni argomenti di notevole interesse riguardanti il digestato e la certificazione biologica, e di come poter valutare la sostenibilità nell’utilizzo di tale prodotto in modo da ridurre gli impatti sull’agricoltura. L’utilizzo di tale prodotto può apportare infatti dei vantaggi in termini di sostenibilità migliori rispetto ad altri convenzionalmente più diffusi.

Come viene usato il digestato

Il digestato è il sottoprodotto del processo di digestione anaerobica e può essere utilizzato come materiale fertilizzante sulle principali colture agrarie. La digestione anaerobica determina infatti una riduzione della sostanza organica meno stabile, ma non riduce la dotazione di azoto, fosforo e potassio della biomassa caricata nel digestore. In particolare, durante il processo di digestione anaerobica si assiste alla mineralizzazione di parte dell’azoto organico in azoto ammoniacale, con una ripartizione che dipende strettamente dalle caratteristiche iniziali della biomassa; è chiaro che la tipologia di biomassa condiziona anche la quantità degli altri nutrienti che si ritrovano nel digestato.

Caratteristiche del digestato

Generalmente le principali caratteristiche chimiche di alcuni digestati di diversa origine presentano un tenore di sostanza secca variabile generalmente tra il 2% e il 10% a seconda delle matrici caricate (più alto laddove si caricano insilati) e il tenore di azoto può arrivare a valori di 5-7 kg per tonnellata. Nei digestati derivanti da effluenti zootecnici la quota maggiore dell’azoto è in forma ammoniacale, mentre per quelli derivanti da biomasse vegetali può ancora prevalere l’azoto di tipo organico (calcolabile come la quota dell’azoto totale che non è ammoniacale)

Il digestato è un materiale che si presenta omogeneo, con un tenore di umidità più elevato perché parte della sostanza secca è stata degradata biologicamente, cioè demolita dai batteri per la produzione di biogas. La sostanza organica che rimane risulta più stabile e contiene elementi della fertilità, quali azoto, fosforo e potassio, che possono tornare utilmente al suolo per fornire nutrimento alle colture.

Il convegno di Mantova

Nell intervento al convegno mantovano verranno illustrate le possibili metodologie di valutazione e di certificazione da poter applicare al fine alfine di valutare la sostenibilità di tale prodotto. Metodologie e regolamenti che CCPB srl monitora scrupolosamente al fine di offrire ai propri clienti i servizi al passo con le più moderne tecnologie.

digestato

tag: , , ,