Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

Salmone norvegese biologico

Salmone norvegese biologico
In una recente nota del 01/02/2017 (SCARICA qui PDF) la Commissione Europea ha ribadito e confermato che i prodotti d’acquacoltura biologici provenienti da Norvegia e Islanda, soprattutto salmoni, non possono essere certificati biologici ai sensi della normativa europea. salmone bioNella nota si invitano poi gli Stati membri a dare istruzioni alle autorità e agli organismi di controllo affinché tali prodotti non siano commercializzati come biologici sul proprio territorio nazionale. La nota ribadisce quanto già comunicato nella lettera del 24/10/2016: Norvegia e Islanda non hanno ancora recepito il Reg. CE 834/07, ma solo il precedente regolamento CEE 2092/91 che non prevedeva regole sull’acquacoltura biologica. Il recepimento del Reg. CE 834/07 è stato ostacolato dalla richiesta da parte dei due suddetti Paesi di alcune deroghe all’applicazione del regolamento che l’Unione europea non ha ritenuto opportuno concedere. Questi Paesi hanno comunque avuto la possibilità da parte della Comunità Europea di certificare i prodotti dell’acquacoltura secondo le proprie norme nazionali preesistenti sull’acquacoltura biologica fino al 1° Gennaio 2015. La Commissione UE ha comunicato però che gli ostacoli che avevano impedito il recepimento della normativa europea sul biologico da parte dei citati Paesi sembrano essere stati superati, infatti sono giunte informazioni che proprio in questi giorni sia stato siglato un accordo per risolvere la situazione, anche se attualmente, ribadisce la commissione Europea, i prodotti d’acquacoltura biologici provenienti dalla Norvegia o dall’Islanda non possono ancora essere considerati biologici dai Paesi della Comunità Europea. Vi terremo informati non appena verrà emessa una comunicazione ufficiale da parte della Commissione Europea sull’accordo raggiunto tra la UE, Norvegia e Islanda che vedrà finalmente la libera circolazione dei prodotti d’acquacoltura biologici provenienti da questi Paesi all’interno della Comunità Europea.