Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

TRACES: i nuovi certificati elettronici del biologico

TRACES: i nuovi certificati elettronici del biologico
Come già chiaramente spiegato dal collega Setti in questa newsletter, il regolamento CE 1842/2016 (qui PDF) riporta i dettagli relativi alle modifiche previste al regolamento CE 1235/08, trattando tra gli altri anche il tema dell’emissione elettronica dei certificati di importazione elettronici (o e-COI: electronic Certificate of Import). lavagna bioIl nuovo regolamento ha effetto immediato, ma entrerà in vigore – per quanto riguarda l’emissione dei certificati di importazione elettronici – il 19 aprile 2017; le regole prevedono un periodo di transizione di 6 mesi durante il quale i certificati saranno utilizzati sia in formato cartaceo sia elettronico. Dal 19 ottobre 2017 le importazioni di prodotti biologici saranno possibili con solo con certificazione elettronica. Sarà dunque possibile (e tra qualche mese obbligatorio) creare, emettere e validare/vidimare i certificati di importazione elettronici sul sistema TRACES, una piattaforma finora già utilizzata per le importazioni di prodotti animali. I soggetti abilitati ad operare su tale sistema, previa registrazione, saranno i seguenti:
  • IMPORTATORI: potranno “iniziare” un certificato, inserendo tutte le informazioni relative alla spedizione di prodotto da importare, ed indicheranno anche l’ente di certificazione del fornitore (si veda oltre)
  • ENTI DI CERTIFICAZIONE RICONOSCIUTI NEI PAESI TERZI (che certificano i fornitori): completeranno il Certificato di Import imbastito dall’importatore e da questi “assegnatogli”, per poi emetterlo ufficialmente e firmarlo
  • AGENZIE DOGANALI EUROPEE: per l’accettazione l’immissione in libera pratica nella Comunità europea della merce biologica
  • PRIMI CONSEGNATARI (possono coincidere con gli importatori): per la vidima dell’apposita casella
I soggetti elencati poc’anzi devono:
    1. Registrarsi sul sistema ECAS - European Commission Authentication Service (Istruzioni nel documento (Login Guide V.2 qui PDF)
    2. Utilizzo di TRACES in funzione del proprio profilo (Istruzioni nell’allegato Quick Reference Guide qui PDF)
    3. Richiesta di un RUOLO (vedi foto sotto)
certificati elettronici del biologico
  1. Creazione di nuovo operatore e richiesta validazione credenziali all’indirizzo indicato nell’immagine sottostante (vedi foto sotto)
certificati elettronici del biologico Il file “Quick Reference Guide” spiega i passi per la creazione di un certificato di import, indicando inoltre il link ad un “ambiente di training” che permette di familiarizzare con il sistema TRACES, utilizzando apposite credenziali “fittizie” disponibili su richiesta. Disponibile per il download il Workflow (qui PDF) che spiega in maniera visiva (anche se non proprio immediata) il processo dell’emissione dei COI. Ulteriori informazioni sono disponibili direttamente sul sito del sistema TRACES.