Domande e soprattutto risposte sul biologico e la certificazione

La puntata di Report sul biologico ha suscitato una coda di discussioni. Anche noi vorremmo raccontare il nostro punto di vista con le seguenti domande e risposte.

Chi controlla i controllori?

CCPB riceve visite ispettive periodiche dal Ministero dell’Agricoltura e dall’ICQRF, dalle Regioni, da Accredia, e dai vari organismi internazionali presso cui è accreditato o riconosciuto. Per citarne alcuni: Ministero agricoltura degli Stati Uniti, del Giappone, IOAS, NATRUE. Solo dall’inizio del 2016 CCPB ha già ricevuto, o sono in agenda, 83 giornate/uomo di ispezioni e verifiche. Tra queste ci sono anche 11 verifiche ispettive interne, presso tutte le sedi italiane ed estere dell’azienda. A ciò si aggiungono anche le verifiche, cosiddette in “witness”, svolte presso gli operatori e che prevedono la valutazione anche del lavoro di CCPB; nel 2015 sono state 82.

Tutte le ispezioni a cui siamo stati sottoposti hanno rinnovato la conformità della nostra attività a quanto prescritto dalle norme cogenti e volontarie previste nei vari schemi di certificazione.

Qual è la struttura proprietaria di CCPB?

CCPB Srl è una società controllata dal Consorzio il Biologico. CCPB non ha mai distribuito utili ai propri soci, reinvestendoli sempre nell’attività.

Tale struttura proprietaria è stata oggetto di autorizzazione sia da parte delle autorità di riconoscimento e di autorizzazione nazionale (Accredia e Ministero dell’Agricoltura), sia da parte di enti di riconoscimento internazionali quali USDA negli Stati Uniti, il MAFF del Giappone per il JAS, IOAS in ambito volontario internazionale e dalle autorità dei paesi del Mediterraneo in cui CCPB opera.

Anche la struttura, l’indipendenza e la terzietà della società sono oggetto delle già citate verifiche esterne e interne che controllano annualmente e costantemente l’operato dell’azienda. CCPB segue poi le direttive della norma ISO 17065 che a livello internazionale definisce i criteri e i principi che ogni organismo di certificazione deve dimostrare di rispettare.

Qual è il ruolo di Consorzio il Biologico? chi sono i soci?

Consorzio il Biologico è stato fondato nel 1988 da un gruppo di aziende operanti nei settori della produzione, della trasformazione e della distribuzione di prodotti agricoli e alimentari ottenuti con il metodo dell’agricoltura biologica con lo scopo di fornire, tramite la certificazione, le migliori garanzie ai consumatori e al mercato.

Su consiglio dell’USDA Americano e dopo autorizzazione del Ministero dell’Agricoltura italiano, dal 2008 le attività di controllo e certificazione sono state conferite a CCPB Srl, a Consorzio il Biologico continuano a far capo invece le attività di promozione, divulgazione, formazione sull’agricoltura biologica presso gli operatori ed i consumatori. Tra queste iniziative citiamo partecipazione a fiere, l’organizzazione di convegni, incontri, la pubblicazione di newsletter e proprio materiale informativo.

Possono diventare soci del Consorzio tutti i produttori, trasformatori, distributori o importatori di prodotti agricoli secondo le modalità previste dallo Statuto. I Soci possono partecipare alle iniziative promosse dal Consorzio ed, in particolare, essere presenti a quelle manifestazioni fieristiche in cui viene organizzata una partecipazione collettiva. I soci hanno diritto inoltre all’utilizzo dei marchi consortili sui prodotti controllati da CCPB Srl e sul loro materiale di comunicazione.

Come si evita il conflitto d’interessi

Gli accreditamenti e i riconoscimenti già citati ottenuti da CCPB implicano che l’ente di certificazione si doti di un Comitato di Salvaguardia dell’Imparzialità, composto di persone esperte in tematiche connesse al settore agroalimentare e alla gestione della qualità. I componenti non possono coincidere con componenti di altri comitati di gestione, fra cui il Consiglio di Amministrazione. Inoltre nessun dipendente e collaboratore che opera in CCPB ha alcuna relazione economica, funzionale e/o di parentela con aziende a loro volta certificate dal medesimo e sottoscrivono annualmente apposite dichiarazioni sulla prevenzione del conflitto di interessi, valutate e sorvegliate dalle funzioni responsabili e dal Comitato di Salvaguardia dell’Imparzialità.

Consorzio il Biologico è una propietà diffusa tra le 155 aziende oggi associate. Il meccanismo di governance è quello di una cooperativa: non prevalgono interessi particolari e l’equilibrio degli stessi garantisce l’indipendenza della società controllata. Le aziende associate al Consorzio, possono o meno scegliere CCPB come ente di certificazione, un’azienda non associata può ovviamente farsi certificare da CCPB.

Oggi CCPB certifica quasi 10.000 operatori, in 28 anni di attività si è guadagnato la fama di organismo competente ed indipendente, fama che non sarebbe stata possibile raggiungere se non avesse dimostrato la necessaria indipendenza rispetto alla proprietà, al di là dela normativa che comunque non l’avrebbe permesso.

tag: , , , ,