Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

L’Agricoltura Biologica: una risorsa contro il consumo di suolo

L’Agricoltura Biologica: una risorsa contro il consumo di suolo

Il legame tra biologico e sostenibilità è di grande attualità, ed è stato al centro del dibattito tenutosi in occasione della presentazione del libro La terra che nutre. Tra le osservazioni emerse, Gerald Hermmann di Organic Services, ha fatto notare come il consumo di suolo sia un problema sempre più importante.

Si assiste a una sottrazione di suolo generalizzata, in particolare in Italia, a favore del settore edile, e pertanto concentrata nelle aree pianeggianti, potenzialmente agricole, dove la fertilità del suolo è maggiore. Su questo Hermmann ha evidenziato come l’agricoltura biologica su questo abbia grande importanza, perché potenzialmente risolutiva se adottata in grande percentuale. Si sa che essa ha una produttività minore, ma a fronte di un uso di minori input tecnici e pertanto risulta meno impattante.

Agricoltura in grado di sostenere l’ambiente perché mantiene inalterato l’equilibrio produttivo senza l’impoverimento del suolo e senza pertanto l’esigenza dell’uso di nuovi terreni agricoli.

A questo proposito la FAO ha pubblicato un video divulgativo intitolato “Soil: A Hidden Resource” sull’importanza che ha la battaglia contro il consumo di suolo per il mantenimento della biodiversità.

Buona visione!

Perché venga prodotto uno strato di un centimetro di suolo vengono impiegati tra i cento e i mille anni. Tendiamo a dimenticare che il suolo sia una risorsa limitata. Sono solo alcune delle informazioni interessanti contenute nel video.

 

 [youtube]http://youtu.be/J97AR6lBwb8[/youtube]

GIULIA BIGUZZI, Assistente di direzione - CCPB