Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie.

CCPB e Consorzio il Biologico a Vinitaly 2013

CCPB e Consorzio il Biologico a Vinitaly 2013

CCPB e Consorzio Il Biologico saranno a Vinitaly dall'7 al 10 aprile a Verona. Due stand con le aziende associate nel padiglione 11 stand B2 e nello spazio di Sol & Agrifood, la rassegna dell'agroalimentare di qualità, pad. C stand 14. Una fiera internazionale che serve da bilancio per il primo anno di entrata in vigore dell'atteso Reg CE 203/2012 sul vino biologico europeo.

“Finalmente possiamo definire e quindi certificare cosa è un vino biologico, cosa contiene e qual è il suo impatto sull'ambiente e sull'ecosistema” spiega Fabrizio Piva, amministratore delegato CCPB. “Come è avvenuto con tutto il settore agroalimentare, anche il vino bio, grazie alla certificazione può puntare a grandi traguardi internazionali. In questo quasi primo anno i segnali di interesse di aziende produttrici e dei consumatori ci sono tutti”.

“Il biologico” ricorda Lino Nori presidente di Consorzio il Biologico “è il metodo produttivo che più di altri ha cercato di coniugare sostenibilità e biodiversità attraverso la riduzione degli input, la salvaguardia delle risorse naturali e il contenimento degli effetti del cambiamento climatico”.

Per rafforzare il legame tra biologico e ambiente, CCPB e Certiquality all'interno di Vinitaly presentano un convegno sulla filiera vitivinicola. Martedì 9 aprile, ore 10, nella Sala Respighi, primo piano del Palaexpo di Verona Fiere. Tema centrale come il metodo biologico, la sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale concorrono e lavorano insieme nella produzione del vino. Ecco gli ospiti e sul nostro sito il programma completo.

  • Giorgio Ragaglini e Simona Bosco, Land Lab. Scuola Superiore di S. Anna – Pisa, illustrano le “Analisi della sostenibilità ambientale della filiera di produzione del vino”

  • Santina Modafferi, Certiquality, descrive il “Certificare la sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale: i benefici”

  • Fabrizio Piva e Giuseppe Garcea, CCPB, parlano del “Certificare il biologico e la sostenibilità: due modelli per uno stesso obiettivo”

  • Stefano Tagliavini, SCAM SpA – Modena, interviene sulla “Sostenibilità e valorizzazione della filiera vitivinicola: il percorso EPD di SCAM”.